Lentinula edodes Grifola frondosa Trametes versicolor Flammulina velutipes Ganoderma lucidum Schizophyllum comune Inonotus obliquus Hericium erinaceus Genere Cordyceps
Genere Agaricus Genere Pleurotus Genere Phellinus Genere Russula Genere Clitocybe Genere Antrodia Calvatia utriformis Suillus placido Coprinus comatus
Lactarius flavidulus Inocybe umbrinella Funalia trogii Piptopurus betulinus Polyozellus multiplex Albatrellus confluens Fomes fomentarius Boletus badius Altre Specie (Ricerca)

Famiglia: Tricholmataceae, Genere: Clitocybe Specie: Clitocybe geotropa Nome comune: cardinale, ordinale, maremmano, fungo di San Martino, Cimballo ed altri.

Caratteristiche botaniche: presenta un cappello (diametro 5-25 cm) convesso-campanulato o campanulato-umbonato con orlo fortemente involuto, arrotolato, negli elementi giovani, poi  piano ed alla fine leggermente depresso al centro, con umbone centrale persistente; è carnoso, liscio con margine sottile e involuto; di colore giallo-biancastro oppure ocraceo o nocciola volgente all'arancione, con cuticola vischiosa a tempo umido. Le lamelle sono spesse, fitte, elastiche, decorrenti, biancastre-crema o concolori al cappello, intercalate da lamellule che tendono a biforcarsi verso il margine del cappello. Il gambo (6-15 x 2–3 cm), cilindrico, diritto, massiccio, ingrossato alla base e avvolto da lanugine bianca, concolore al cappello. La carne è bianca poi crema, compatta, dal caratteristico odore di mandorla amara,  intenso e aromatico, dal sapore dolciastro e delicato, da scartare il gambo in quanto stopposo e coriaceo. Le spore sono ellittiche o subglobose, lisce, bianche in massa, con apicolo evidente e guttule interne, 6-7 x 5-6,5 µm.
Habitat: Cresce nei prati e pascoli, tra cespugli spinosi, in gruppi di numerosi esemplari, generalmente in circolo; fruttifica dalla fine dell'estate all'autunno inoltrato dopo abbondanti piogge.

Fonte immagine wikipedia

https://www.funghiitaliani.it/topic/15436-clitocybe-geotropa/

 

Alcune specie del genere Clitocybe  hanno una potenziale attività anti-cancro.  Una proteina immunomodulante CNL appartenente al B-come lectina ricina superfamiglia sintetizzata da Clitocybe nebularis  ha un effetto anti-proliferativo che sembra essere suscitato legandosi ai carboidrati recettori sulle cellule T leucemiche umane. CNL ha anche potenziali applicazioni terapeutiche nel trattamento di neoplasie ematopoietiche (Pohleven et al. 2009 ). L'enzima laccasi da Clitocybe maxima  esposto attività antiproliferativa contro Hep G2 e MCF-7 cellule tumorali (Zhang et al. 2010a ).  L'estratto etanolico di Clitocybealexandri stato trovato un potente inibitore della crescita del polmone, seno, colon, e linee cellulari di cancro gastrico (Vaz et al. 2010 ). L'estratto etanolica di questo fungo esposto significativa potenza contro il cancro al polmone umano (NCI-H460) cellule. È stato osservato che l'estratto ha indotto un arresto del ciclo cellulare fase S, ha aumentato la percentuale di cellule apoptotiche e migliorato i livelli di p53. Acido cinnamico è risultato essere il composto più potente riguarda l'inibizione della crescita cellulare. E 'stato verificato che l'uso concomitante di un estratto ha fornito la più forte diminuzione del numero di cellule vitali.

Fonte: Recent developments in mushrooms as anti-cancer therapeutics: a review. Patel SGoyal A. 3 Biotech. 2012 Mar;2(1):1-15. Epub 2011 Nov 25.      Riferimenti bibliografici (clicca qui)