Ac. Alfalipoico Acido butirrico Acido ellagico Acido gallico Ac. glutarico Ac. idrossicitrico Acido laurico Acido ursolico

Agaritina

Ajoene

Allicina

Anetolo

Apigenina

Astaxantina Betaglucani Caffeina Calvacina Capsaicina Carnosolo Cineolo Crambene Creosolo
Cumarina Curcumina Daucolo Delfinidina Diallil-solfuro Diallyl disulfide Docetaxel Emodina EGC3G Ergone Estragolo
Eucaliptolo Eugenolo Fellandrene Flavonoidi Fosfoserina Fucoidano Fucoxantina Genisteina Geraniolo Gingerolo Glicochinina
Grifolan Glutammato Hispolon indolo Inositolo Inulina Irinotecano Lattoferrina Lattosio Lecitina Lectina
Lentinano Licopene Limonene Luteina-Zeaxantin Luteolina Maltosio Omega3/6/9 Pinene Podofillotossina Polidatina Polifenoli
Proantocianidin PSK (Krestin) PSP Quercetina Resveratrolo Rutina Saccarosio Schizophyllan Sulforafano Sulforane Tannino
Teanina Teobromina Terpineolo Timolo              

Agaritina

formula struttura agaritina

La agaritina gamma-glutammiltransferasi è un enzima appartenente alla classe delle transferasi, che catalizza la seguente reazione:
agaritina + accettore 4-idrossimetilfenilidrazina + γ-L-glutammil-accettore
La 4-idrossianilina, la cicloesilammina, la 1-naftilidrazina e composti simili possono agire da accettori; l'enzima catalizza anche l'idrolisi dall'agaritina.
Fonte: Wikipedia

L'agaritina si trova in quantità trascurabili nei funghi del genere Agaricus  (molto comune negli alimenti). Anche i funghi Shitake e Portobello contengono agaritina. L'agaritina è una tossina cancerogena sul corpo umanoFortunatamente l'agaritina non è stabile alle alte temperature, quindi i funghi bollenti, cotti o arrostiti distruggono, riducono o eliminano i rischi. per distruggere l'agaritina contenuta nei funghi trattati termicamente, è necessario che i funghi cotti per un'ora in acqua perdono l'80% dell'agaritina che contengono allo stato grezzo.


L'agaritina ha dimostrato di indurre adenomi e adenocarcinomi nei polmoni dei topi quando somministrati attraverso l'acqua potabile. [11] Inoltre è stato indicato per causare il cancro alla vescica nei topi. [2] L'agaritina è stata dichiarata essere un cancerogeno debole, con una stima del rischio complessivo di vita dal consumo di funghi a circa 1 su 10.000. [12] Tuttavia, questa affermazione è mal supportata, con pochi dati disponibili sulla tossicità e nessun LD50 pubblicato . [13] È stato dimostrato che l'agaritina è risultata positiva come mutageno nel test di Ames [14] e ha mutagenizzato il DNA nel batterio Salmonella typhimurium . [15] È stato anche dimostrato che si lega in modo covalente al DNA in vivo . [16]  Fonte: Wikipedia


Composti naturali per il trattamento del cancro pediatrico

C'è un'enorme necessità nelle cliniche di compromettere la progressione del cancro attraverso approcci terapeutici non invasivi. L'uso di composti naturali per raggiungere questo è importante per migliorare la qualità della vita dei pazienti giovani durante i loro trattamenti. Questa recensione affronterà lo "stato dell'arte" relativo al potenziale dei composti naturali che sono oggetto di studio in combinazione con protocolli terapeutici standard in studi preclinici e clinici e la loro importanza per il trattamento del cancro pediatrico. I primi studi sulla scoperta di farmaci di questi composti naturali discussi qui includono gli obiettivi principali, le vie di segnalazione cellulare coinvolte e le potenziali modalità di azione. Ci concentriamo anche su alcuni promettenti composti naturali che hanno mostrato risultati eccellenti in vitro e in vivo: acido chebulagico, apigenina, norcantaridina, Zafferano/Crocina, Partenolide, Longikaurina E, Lupeol, Spongistatina 1 e Deossi-variolina B. Inoltre, introduciamo gli effetti di diversi composti da alimenti nutraceutici e funzionali, per sottolineare il loro potenziale utilizzo come terapie adiuvanti per migliorare i benefici terapeutici. A tale scopo, abbiamo selezionato diversi composti: agaritina, ganoderma e peptide GL6, trisolfuro di diallile e ajoene da aglio, gallato di epigallocatechina da tè verde, curcumina, resveratrolo e quercetina.

Fonte: Natural compounds for pediatric cancer treatment. Ferrucci V, Boffa I, De Masi G, Zollo M. Naunyn Schmiedebergs Arch Pharmacol. 2016 Feb;389(2):131-49. doi: 10.1007/s00210-015-1191-5. Epub 2015 Dec 9. (vedi )                                                                                                           Riferimenti bibliografici


Letteratura scientifica Agaritina