Piante Officinali


Vitis vinifera

Famiglia: Vitaceae, Genere: Vitis, Specie: Vitis vinifera, Nome comune: Vite

Caratteristiche botaniche.  Arbusto rampicante dal fusto contorto, verticale, caratterizzato da una corteccia che si sfalda longitudinalmente. La foglia, di colore verde chiaro, munita di picciolo è chiamata anche pampino ed  è costituita da 5 lobi principali. I fiori, piccoli e giallo-verdastri, riuniti in infiorescenze, presentano un calice munito di 5 sepali e una corolla con 5 petali. Il frutto è un acino di forma e colore variabile: giallo, violaceo o bluastro e raggruppato in grappoli (uva).

Habitat. Pianta eliofila ed estremamente adattabile, predilige un clioma temperato con estate calda e lunga per la maturazione dei frutti. Cresce dal mare alla collina.

Il resveratrolo appartiene alla famiglia di composti polifenolici ed è presente negli acini dell'uva, nel vino, in alcune bacche e semi oleosi (arachide) e in particolari piante. E' particolarmente concentrato nelle radici di Polygonum cuspidatum. Nell'uva è contenuto solo nella buccia, mentre il contenuto nel vino dipende dalla pianta della vite, dalla locazione geografica di coltivazione e dal tempo di fermentazione.

Vitis vinifera

 
 

"1-Il vino rosso non è una bevanda alcolica come le altre, perché contiene moltissimi composti chimici con effetti benefici sulla salute.

2-Il resveratrolo presente nel vino rosso possiede un'azione antitumorale potente che sarebbe responsabile degli effetti benefici del vino sulla prevenzione dello sviluppo di alcuni tumori.

3-Il consumo moderato di vino rosso rappresenta un modo semplice e gradevole per prevenire lo sviluppo del cancro." fonte: Richard Béliveau e Denis Gingras, L'alimentazione anti-cancro, i cibi che aiutano a prevenire e curare i tumori, Sperling & Kupfer Editori, V edizione 2006, pag.164

Fitocomponenti  attivi. La Vite è ricca  di antiossidanti ha proprietà diuretiche, rinfrescanti, dietetiche e antinfiammatorie; le foglie e i viticci raccolti durante l’estate sono ritenuti un ottimo depurativo del sangue, particolarmente adatto ai sofferenti di gotta e artrosi. Risulta utile a combattere la fragilità capillare, irritazioni della pelle, microcircolazione, edemi, emorroidi, cellulite. Inoltre, l’uva, è noto che abbia delle virtù dietetiche, sia come frutto che come succo.

Impiego terapeutico. La linfa di vite viene usata per preparare dei lavaggi agli occhi che sono utili in caso di blefarite, orzaiolo, congiuntivite e cheratite. Nella tradizione popolare, le foglie raccolte al loro completo sviluppo, si impiegano per fare tisane astringenti e rinfrescanti, mentre i fiori e i frutti spesso sono utilizzati per aromatizzare le tisane. Inoltre esiste una vera e propria cura dell’uva, l’ampeloterapia, che può essere praticata utilizzando il suo succo.