L'inositolo uno zucchero semplice. In passato stato chiamato vitamina B7, ma oggi questa definizione considerata da molti autori impropria. Infatti le vitamine, per definizione, devono essere assunte con la dieta in quanto lorganismo umano non riesce a sintetizzarle mentre linositolo pu essere prodotto autonomamente dal corpo umano a partire dal glucosio.

Stimola e attiva i mitocondri favorendo la respirazione cellulare e promuove i processi di detossicazione della cellula o dell'organo coinvolto.
Se associato allo yogurt, possibile ottenere effetti maggiori, facilitando l'assorbimento della sostanza stessa e la purificazione della flora batterica intestinale. 

 

Letteratura scientifica Vitamina B7 - clicca qui

 

Le funzioni svolte da questa sostanza sono numerose:

  • regolazione del metabolismo degli zuccheri,

  • supporto nella costituzione delle pareti cellulari,

  • regolazione di alcune funzioni legate alla trasmissione di segnali cellulari (per esempio per regolazione delle concentrazioni intracellulari di calcio e del potenziale di membrana)

  • modulazione dei segnali del sistema nervoso per regolazione dei livelli di serotonina,

  • riduzione dei livelli circolanti del colesterolo nel sangue,

  • regolazione di alcuni meccanismi di espressione genica,

Fonti: linositolo si trova anche in molti alimenti, in particolare nei cereali, nelle noci, nella frutta specialmente in meloni ed arance, oltre che nelle carni. La vitamina B7 contenuta nei seguenti alimenti: prugne secche (470 mg/100 g), crusca, fiocchi d'avena (320 mg/100 g), legumi, fegato (340 mg/100 g), germe di grano (690 mg/100 g), lievito di birra, frutta fresca come melone (170 mg/100 g), arancia (150 mg/100 g) e banana (120 mg/100 g) noci (180 mg/100 g) e frutta secca.