fig.1-formula di struttura della vitamina B12

Con il termine Vitamina B12 comprendiamo un gruppo di sostanze organiche contenenti un atomo di cobalto: le cobalamine. Le forme più note sono due:

  •  idrossicobalamina: è la forma naturale

  • cianocobalamina: rappresenta la forma commercialmente disponibile; una volta introdotta, viene convertita nell’organismo in due forme metabolicamente attive:

    •  l'adenosilcobalamina: che partecipa a reazioni quali la conversione del metilmalonil-CoA a succinil-CoA nel metabolismo dell’acido propionico che deriva dal catabolismo degli acidi grassi a numero dispari di atomi di carbonio o di certi amino acidi.

    • la metilcobalamina: impegnata nel metabolismo del metile, e quindi nella sintesi della metionina dall’omocisteina e di altri composti metilati (Chanarin, 1979).

La vitamina B12 o cobalamina è l'unica vitamina contenente un minerale: il cobalto (cianocobalamina) e l'unica  delle vitamine idrosolubili ad essere  immagazzinata nel fegato in una certa quantità. La vitamina B12 viene inattivata dalla luce e dal calore.

FONTE: SINU (società italiana di nutrizione umana)

 

Letteratura scientifica Vitamina B12 - clicca qui

 

Assorbimento della vitamina B12 nel neonato

Nel neonato, l'assorbimento di vitamina B12 è più efficiente che  nell'adulto e può risultare indipendente dal fattore intrinseco. L'assorbimento di vitamina B12 dipendente dal fattore intrinseco si sviluppa gradualmente nell'arco di molti mesi di vita. I neonati richiedono una continua assunzione di vitamina B12 .a causa della loro rapida crescita. In neonati con assunzioni inadeguate o malassorbimento di vitamina B12 secondario a resezione dell'ileo si possono manifestare deficit di vitamina B12.(2)

Vitamina B12 e cancro alla vescica

I ricercatori statunitensi del National Cancer Institute at the National Institutes of Health  hanno condotto uno studio caso-controllo su oltre 1100  pazienti affetti da cancro alla vescica con lo scopo di valutare se l'assunzione di carne, frutta, verdura e determinati nutrienti avessero una relazione con questa patologia. I risultati della ricerca hanno dimostrato che mentre il consumo di carni lavorate e soprattutto di carni rosse elaborate può aumentare il rischio di cancro alla vescica, la Vitamina B12 assunta con la dieta svolgerebbe un ruolo protettivo contro il cancro alla vescica. Non c'era invece associazione tra assunzione di frutta e verdura e cancro alla vescica.(3)

Riferimenti

(1)Commission of the European Communities, 1993. Reports of the Scientific Committee for Food (Thirty-first series). Nutrien and energy intakes for the European Communites Luxembourg http://ec.europa.eu/food/fs/sc/scf/out89.pdf

(2)Pediatric Nutrition Handbook. American Accademy of Pediatrics 4^ edizione americana, 1^ edizione italiana. Editrice C.S.H. Milano 1999. pag. 303.304

(3)Dietary intake of meat, fruits, vegetables, and selective micronutrients and risk of bladder cancer in the New England region of the United States. Wu JWed altri. National Cancer Institute, National Institutes of Health, Department of Health and Human Services, 6120 Executive Blvd, Rockville, MD 20852, USA. Br J Cancer. 2012 May 22;106(11):1891-8. doi: 10.1038/bjc.2012.187. Epub 2012 May 8.

(4)SINU Società Italiana di Nutrizione Umana. LARN Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana, Revisione 2012, documento di sintesi  per il 35° congresso nazionale SINU (documento sintesi prefinale).

(5)[Vitamin B12 deficiency. New data on an old theme] [Carenza di vitamina B12. Nuovi dati su un vecchio tema].  Lechner K, Födinger M, Grisold W, Püspök A, Sillaber C. Abteilung Hämatologie und Hämostaseologie, Universitätsklinik für Innere Medizin I, Medizinische Universität Wien, Wien, Osterreich. Wien Klin Wochenschr. 2005 Sep;117(17):579-91.

pag.2