La vitamina B6 è una vitamina idrosolubile che si presenta in tre diverse forme di derivati piridinici che prendono il nome di piridossina, piridossale e piridossamina a seconda dei diversi gruppi funzionali  che si trovano, rispetto all'atomo di azoto, in posizione para.  La Vitamina B6 è distrutta dalle seguenti cause: Fumo, alcol, caffè, anticoncezionali orali, radiazioni. La Vitamina B6 è incrementata dalle seguenti cause: Complesso B, Vitamina C, Magnesio, Potassio, Sodio.   Fonte http://it.wikipedia.org/wiki/Piridossina

piridossina

piridossale

piridossamina

 Letteratura scientifica Vitamina B6 - clicca qui

 

Attività biologica

La vitamina B6 contribuisce al normale funzionamento dell'apparato digerente, del sistema muscolare e nervoso. Svolge un ruolo importante come coenzima nella trasformazione e utilizzazione di carboidrati, grassi e proteine. Partecipa all'attività di oltre 60 enzimi ed è essenziale per la sintesi del DNA, dell’RNA e degli aminoacidi. E' fondamentale  per l’attività fisica in quanto favorisce il rilascio del glicogeno da parte di fegato e muscoli. E’ necessaria per un’appropriata assimilazione della vitamina B12 e del magnesio e per la produzione di acido cloridrico. Favorisce la produzione di anticorpi, dei globuli rossi e la conversione del triptofano in  Niacina.  Numerosi studi clinici hanno dimostrato che in parecchie patologie la somministrazione di vitamina B6 ha ottenuto insperati successi: in alcune forme di sterilità, nella sindrome premestruale, nella depressione, nella nausea della gravidanza, nel diabete, nella ritenzione idrica, nella sindrome del tunnel carpale.

Fonti

Una piccola parte del fabbisogno dell'organismo di vitamina B6 viene sintetizzata dalla flora batterica intestinale. La parte mancante viene ricavata da vari alimenti (fegato, carne, pesce, lievito di birra, cereali integrali, banane, legumi...).

 

 

 

Ipovitaminosi

La carenza di vitamina B6 è piuttosto rara e i soggetti più predisposti sono:

  • persone affette da  malattie intestinali;

  • neonati;

  • alcolisti;

  • individui che assumono alcuni farmaci (compresi i contraccettivi orali);

  • anziani con dieta insufficiente e poco variata.

può manifestarsi con gli stessi sintomi che si verificano per la carenza di niacina e riboflavina:

  • nervosismo e disturbi del sonno;

  • debolezza;

  • depressione;

  • perdita di capelli;

  • dermatite.                                        

Durante la gravidanza bisogna aumentare l'apporto di vitamina B6: bambini nati da madri carenti di piridossina potrebbero soffrire di convulsioni.

 Avvertenza: la vitamina B6  interviene nella produzione dell'acido cloridrico,  pertanto in dosaggi elevati e prolungati deve essere assunta con precauzione da chi è affetto da ulcera gastrica. Consultare sempre il medico se si assume la vitamina B6 contemporaneamente a farmaci: la piridossina potrebbe infatti inattivarne l'azione.

Vitamina B6 e cancro

Studi epidemiologici e su animali da laboratorio hanno suggerito che la disponibilità di vitamina B6 modula il rischio di cancro. Il meccanismo con cui la Vitamina B6 media questo effetto non è noto con certezza, ma è stato riportato che un ricco apporto con la dieta di vitamina B6 riduce il rischio di cancro mentre un basso apporto di vitamina B6 lo aumenta. In realtà la vitamina B6 è ampiamente diffusa negli alimenti e la carenza conclamata di questa vitamina non è comune. Tuttavia, la carenza di vitamina B6 marginale o secondaria, che potrebbe avere un effetto negativo sulla cancerogenesi, è piuttosto comune soprattutto tra gli anziani e alcolisti. Questo capitolo ha affrontato informazioni attualmente disponibili per quanto riguarda il rapporto tra la vitamina B6 e il cancro". Fonte: Vitamins b6 and cancer.Choi SW, Friso S. Tufts University, Medford/Somerville, MA, USA, Subcell Biochem. 2012;56:247-64. doi: 10.1007/978-94-007-2199-9_13.


Plasma vitamina B6 e il rischio di cancro colorettale e adenoma nelle donne. Wei EK, Giovannucci E, Selhub J, Fuchs CS, Hankinson SE, Ma J. J Natl Cancer Inst . 2005 4 Maggio; 97 (9) :684-92. Free Article Citazioni correlati